espejos

DOVE SI TROVA L’ALTRO? IN CHE MODO LO CERCHIAMO? PERCHÉ NON TROVIAMO LA MANIERA PER RELAZIONARCI IN MODO SANO?

I TEMI CHE TRATTIAMO NEL RITIRO DI RELAZIONI E AFFETTIVITÁ AFFRONTANO UNA SITUAZIONE UMANA CHE CI RIGUARDA TUTTI.

PER COLORO CHE CONDIVIDONO LA LORO VITA CON ALTRI, CHE HANNO IN PROGETTO DI LANCIARSI IN QUESTA ESPERIENZA, O PER COLORO CHE NON DESIDERANO STARE IN RELAZIONE… PER CHI HA FIGLI, SOCI, AMICI, COLLEGHI DI LAVORO… Tutti ci troviamo in un momento di comprensione, qualunque sia la nostra posizione o decisione rispetto all’affettività con altre persone.

AFFRONTEREMO IL TEMA DELLE RELAZIONI UMANE, DA UN LATO, COME UNA PROBLEMATICA E, DALL’ALTRO, COME UN’OPPORTUNITÁ, PROPONENDO LE SOLUZIONI CHE LA COSCIENZA CI OFFRE, SUPPORTATI DALL’ISPIRAZIONE che L’AMORE PER LA VITA PRODUCE.

Si può attraversare questa vita in solitudine e indipendenza, o nell’interdipendenza e dedicazione agli altri. Entrambi i cammini servono per la realizzazione di sé e l’evoluzione interiore. Ogni persona ha assunto l’attitudine appropriata in relazione alle esperienze vissute nella propria vita.

Che tu sia o no in coppia, viva o no in un matrimonio, abbia amanti o fidanzati, abbia vissuto alcune separazioni o molte… sappiamo molto bene la tremenda confrontazione che presuppone condividere la vita con altri, o l’esserci rassegnati a non poter vivere una relazione affettiva soddisfacente. Tanto in solitudine, quanto nell’esperienza di convivenza con altri, possiamo goderne solo se riusciamo a integrare il proposito e il senso stesso delle relazioni umane. Molti affermano che i periodi vissuti in coppia sono quelli in cui hanno goduto della vita, mentre altri affermano esattamente il contrario. Quindi, è ovvio che c’è un nesso stretto tra l’attitudine di ogni persona e la sua esperienza nelle relazioni.

Per ciò che sentiamo e secondo la nostra esperienza, se si risolvono le crepe nel profondo di ognuno quale individuo, si può raggiungere, in modo naturale, uno stato di armonia, che si converte in una  compenetrazione mutua con altri, siano essi figli, partner, soci, fratelli… così da esaltare i valori personali e arricchire qualunque incontro umano.

NON POSSIAMO TRATTARE I PROBLEMI DI RELAZIONE, PERÓ, SÌ, POSSIAMO ABBORDARE QUELLI DELLE PERSONE CHE LE COMPONGONO, IN TAL MODO, QUALE CONSEGUENZA NATURALE, GLI INCONVENIENTI TROVANO SOLUZIONE, PERMETTENDO CHE LE RELAZIONI COMINCINO A FUNZIONARE IN MODO SANO.

PER COLORO CHE VIVONO IN RELAZIONE CON ALTRI:
Fino a che punto siamo compatibili con l’altro? Perché serve essere complementari e diversi? In una coppia, quali problemi non hanno soluzione? In questo ritiro risponderemo a questa e a molte altre domande, per riproporci un nuovo modo di relazionarci con gli altri.

L’ARTE DI ESSERE e AMARE attraverso i vincoli e l’affettività:
Una parte di questo incontro di evoluzione interiore è orientato a tutte le coppie che si trovano in un cammino di realizzazione personale e trasformazione dell’Essere, di resa all’esperienza della vita senza giudizi, né condizionamenti, di abbandono dei blocchi che frustrano la convivenza quotidiana. Per tutti coloro che, coraggiosamente, hanno deciso di essere accompagnati in questo mondo, sostenendo relazioni più o meno stabili, vogliamo affrontare diversi aspetti riguardo a come ci relazioniamo, al fine di arricchire in modo positivo la nostra affettività e godere di una vita e una sessualità molto più piene, in armonia con il nostro processo personale di evoluzione.

RIGUARDO IL RITIRO DI RELAZIONI E AFFETTIVITÁ:

Si tratta di un Ritiro Tematico e Educativo sulle Relazioni, l’affettività, la sessualità umana, il modo di vincolarci e comunicarci con altri, in cui gli approcci si potenziano grazie alle dinamiche che realizziamo e all’uso cosciente di enteogeni, i quali producono un’”espansione della coscienza”, così da poter entrare in un processo, responsabile e rispettoso, di riconoscimento, riapprendimento e comprensione, innanzitutto su noi stessi, per poi, da lí, creare la sinergia nei vincoli che costruiamo.

È uno spazio progettato per darci il permesso di esplorare, riflettere e demistificare le credenze, i concetti e i pre-giudizi limitanti appresi fino a ora, molti, in modo inconscio, per deprogrammare le idee limitative, che, senza renderci conto, si sono installate quali pulsioni del comportamento e di attitudini che ci fanno soffrire.

Trasformando lo sguardo su di noi e sugli altri, cambia la vibrazione interna, si entra in connessione con un linguaggio nuovo, sconosciuto, un linguaggio che molte volte va oltre le parole, all’interno del quale, la vita di ciascuno può essere compresa appieno, sebbene alla mente serva un poco più di tempo.

RITIRO DI 3 GIORNI E 2 NOTTI
Dal 12 al 14 febbraio, nelle seguenti città:

Parigi, Francia
Roma, Italia
Berlino, Germania
Cluj-Napoca, Romania
Marbella, Spagna
Neuchatel, Svizzera
Irlanda

ORGANIZZATO DA SCUOLA COSCIENTE e INNER MASTERY Michela Quaglia
[email protected]

Home Eventos DOVE SI TROVA L’ALTRO? IN CHE MODO LO CERCHIAMO? PERCHÉ NON TROVIAMO LA MANIERA PER RELAZIONARCI IN MODO SANO?

Dejanos tu comentario sobre este artículo

Comparte este artículo

Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Alberto José Varela

Alberto José Varela

Fundador de empresas y organizaciones; creador de técnicas, métodos y escuelas; autor de varios libros. Estudiante autodidacta, investigador y conferencista internacional, con una experiencia de más de 40 años en la gestión organizacional y los RRHH. Actualmente crece su influencia en el ámbito motivacional, terapéutico y espiritual a raíz del mensaje evolutivo que transmite.

Otros artículos por Alverto

Elige un Idioma

Selecciona tu Idioma