11 di settembre del 2015
IL GRANDE COLPO DELLA COSCIENZA

11 di settembre del 2015
IL GRANDE COLPO DELLA COSCIENZA

È il giorno in cui si manifesta uno sguardo, una visione; in una nuova creazione e lancio.

È il giorno in cui è nato questo sito Web e questo blog.

È da decenni che sto guardando dal mio cuore tutto quello che mi circonda.  Questo sguardo nasce da come mi guardo e da cosa vedo. Mi sono guardato dentro molte volte come un bambino curioso e innocente e non ho mai trovato nessuno. Sono vuoto. Vedo solo oscurità.

Ma la mia esperienza umana è tremendamente nutriente, arricchente e illuminante. Ho avuto tante esperienze in questa vita che equivalgono a tante e molto diverse vite. Sono stupito. E sento che tutto questo nasce perché il mio sguardo di vuoto e oscurità interiore si trasforma magicamente in luce esteriore. Sto scoprendo come avviene questo processo. Tutto ciò che vedo si è trasformato in visioni multiple in cui lo sguardo interno ed esterno si intrecciano.

PRIMO MESE DEL BLOG E DELLA PAGINA WEB

PRIMO MESE DEL BLOG E DELLA PAGINA WEB

La storia di come, dove, quando e con chi è nato tutto questo.

.

All’inizio del 2013 vivevo a Madrid, lavoravo al Ristorante Yatiri a Tirso de Molina, improvvisamente ho avuto un blocco fisico generalizzato che mi ha fermato quasi del tutto, non potevo più scendere le scale, né potevo attraversare una strada da casa mia al ristorante, ero totalmente bloccato nel dolore che sentivo, contratture come se stessi correndo da giorni, dolori come se fossi stato picchiato. Così ho chiamato un massaggiatore olistico, si chiama Hugo Oklander, me lo sono ricordato perché pochi giorni prima mi aveva chiamato dicendomi che era arrivato a Madrid dopo aver fatto un viaggio internazionale in cerca di illuminazione, e che siccome non l’aveva raggiunta, cercava lavoro a Madrid. Lo conoscevo da circa 10 anni. Quindi gli ho offerto di diventare il mio massaggiatore personale fino a quando non avesse risolto i blocchi fisici. Mi ha fatto un trattamento così accurato che non solo il mio disagio era completamente scomparso, ma sono stato in grado di comprendere le radici dei miei blocchi fisici. “Non stavo facendo quello che dovevo”

Giorni dopo, dopo aver fatto il mio processo psico-emotivo, ho preso l’ayahuasca a casa mia con la mia compagna Paula e la nostra piccola figlia Amelýs che ci ha accompagnato con il gatto. Quella notte ho ricevuto un ordine dall’alto, non so se dal mio sé superiore, dalla mia coscienza superiore o dall’ayahuasca, non mi interessa da dove provenisse, perché ho sentito l’ordine con grande chiarezza e autorità, ha detto : “OBBEDIRE: NON FARE NULLA. DAI TE STESSO E LASCIATI ANDARE. FLUISCI CON LA VITA. ARRIVA TUTTO”.

Ma pochi giorni prima avevo capito che dovevo fare quello che stavo rimandando. Così ho deciso di unire entrambi i messaggi, quello in basso (il mio corpo) e quello in alto (la mia coscienza). Mi sono detto: “So cosa fare, ma non farò niente. Ho fiducia che questo accadrà”.

Pochi giorni dopo si è presentata l’opportunità di andare a Ibiza per una stagione per accompagnare mia figlia Ailén che aveva bisogno di aiuto in un’impresa. A quel tempo non sapevo cosa avrebbe avuto a che fare con la mia situazione, ma ho accettato di andare a Ibiza, mia figlia ha affittato un appartamento con vista sul mare  dove sorge il sole, e ho detto al mio massaggiatore Hugo se lui voleva accompagnarmi ad Ibiza, ha quasi accettato subito. Siamo arrivati ​​a Ibiza, avevo appena rilevato la pagina Facebook di AYAHUASCA e dovevo scrivere per pubblicare un post su questa rete sociale. Hugo ha implementato un piano di marketing per ottenere clienti di massaggi sull’isola. Lì siamo rimasti entrambi, ognuno a modo suo.

In poche settimane ho potuto scrivere molte cose sull’ayahuasca e la mia esperienza di tanti anni di lavoro psicoterapeutico con quella medicina sciamanica, Hugo è stato in grado di ottenere molti clienti e comprare un’auto. Vivevamo entrambi nello stesso appartamento. A volte Paula e Amelýs venivano a trovarmi e altre volte andavo a Madrid a trovarle, ma mi concentravo totalmente sul fare quello che sentivo in quel momento: SCRIVERE e PUBBLICARE.

Il risultato di essere stato 3 mesi a Ibiza, poter vedere l’alba ispiratrice ogni mattina, mi ha permesso di scrivere e pubblicare più di 100 testi che hanno fatto sì che la pagina si posizionasse come la più visitata dalle persone legate all’ayahauasca. Ho iniziato a ricevere centinaia di email da tutto il mondo ringraziando i messaggi e facendo domande; invitandomi ad organizzare incontri con l’ayahuasca.

Hugo guardava dall’esterno tutto quello che succedeva con l’ayahuasca all’interno di una rete sociale, aveva già preso l’ayahuasca e lo sapeva, ma una sera mi ha chiesto di dargliela da solo; Ne ha preso un po’ e ha avuto l’esperienza più vicina all’illuminazione che abbia mai avuto. Aveva rinunciato a quella ricerca dell’illuminazione, ma all’improvviso gli venne un barlume più reale di qualsiasi cosa avesse potuto sperimentare nella sua ricerca decennale.

Queste e altre situazioni hanno portato Hugo a chiedermi un giorno, potresti fare quello che fai sulla pagina Facebook in spagnolo ma in inglese? E io ho risposto: sì, puoi farlo subito. Creo per te la pagina Ayahuasca English, ti metto come editore e tu inizi a tradurre e pubblicare i post che ho pubblicato in spagnolo. (Hugo padroneggia diverse lingue perché ne aveva bisogno per viaggiare per il mondo in cerca di illuminazione). E ha iniziato a farlo. Pochi giorni dopo, ha verificato l’interesse generato da tutto ciò che ha pubblicato su quella pagina e ha iniziato a immergersi sempre di più in questo compito finché un giorno mi ha detto: “dobbiamo portare le persone a Ibiza in modo che abbiano l’esperienza con l’ayahuasca”. E così abbiamo fatto, il primo ad arrivare è stato da Manchester, si chiama John, (ora è un nostro collaboratore) in soli tre giorni con noi ha avuto più esperienze terapeutiche e spirituali che in tutta la sua vita, come ci ha detto, ed è un grande ricercatore da oltre 60 anni. L’impatto su Hugo nel vedere quell’esperienza lo ha incoraggiato a premere di più sull’acceleratore. A questo punto difficilmente faceva massaggi, nemmeno a me, per dedicarsi alla pagina inglese di Ayahuasca.

Gli altri che sono venuti all’appartamento sono stati Dejan e Mara dall’Italia, una coppia italiana che già conoscevamo, abbiamo anche potuto vedere il miracolo di cosa può produrre l’ayahuasca, abbiamo filmato tutto con Hugo perché sembrava incredibile vedere che altre persone possono raggiungere stati spirituali così elevati in così poco tempo. Anche se vedo questi fenomeni con l’ayahuasca da più di 10 anni, non smettono mai di stupirmi.

Pochi mesi dopo e prima della fine del 2012 stavamo già tenendo conferenze e ritiri con ayahuasca a Manchester e Londra-UK, a Cuneo-ITALIA e in Svizzera. Dejan e Mara hanno osato dirigere la pagina Ayahuasca International italiana. Con quelle tre pagine in spagnolo, inglese e italiano si è formata questa comunità internazionale, che altro non era che un incontro virtuale e talvolta con pochi a livello personale a bere ayahuasca. Fino a quando, un fine settimana più di 30 persone sono venute a Ibiza e abbiamo dovuto affittare altri due appartamenti per ospitare le persone che sono venute a fare l’esperienza con l’Ayahuasca e la Psicoterapia.

Da lì abbiamo deciso di lasciare la Spagna e abbiamo iniziato un tour internazionale che pensavamo sarebbe durato 2 o 3 mesi, ma che è durato fino ad oggi. Abbiamo viaggiato per 2 anni e mezzo in più di 10 paesi e molte città e paesi in Europa e America. Durante i prossimi 6 mesi abbiamo quasi ogni fine settimana impegnato con questa attività in molti paesi in America, Europa e Asia.

Hugo, da massaggiatore e ricercatore di illuminazione, è diventato il direttore dell’espansione internazionale per Inner Mastery International, una società che ho creato insieme a Paula per espandere legalmente il lavoro di evoluzione interiore con o senza l’uso di ayahuasca. Attualmente siamo costituiti come società anche in Germania e Italia, e presto in Messico, Argentina e Regno Unito. Il compito di Hugo è stato fondamentale nella crescita dell’azienda, è la persona che ha la combinazione più perfetta tra quello che è un enorme potenziale e le limitazioni più capricciose nello stesso spazio fisico. (Ma di questo ne parlerò in un post esclusivo su Hugo Oklander e altri personaggi che mi accompagnano in questo progetto-avventura)

Data la realtà che abbiamo più di 40 pagine web e reti sociali, e che più di 40 persone lavorano  nell’organizzazione, il Community Manager Álvaro Arias ha suggerito di creare un super blog e sito web con tutti i contenuti che ho pubblicato in questi 2 anni e mezzo, in modo che i testi siano tutti centralizzati per poterli tradurre in 10 lingue e pubblicarle su tutte le pagine di Ayahuasca International. E così ho deciso, ho incontrato la mia compagna Paula e nostra figlia Amelýs il 31/08/15 e ho detto loro: va bene per voi creare un blog con il mio nome e cognome per pubblicare tutti i testi che ho scritto nella mia vita? Paula mi ha risposto , cosa te lo impedisce? E Amelýs ha risposto: “che figo, avrò un padre famoso”

Il 1 settembre ho preso la decisione, e in soli 11 giorni è diventata realtà grazie ai tecnici che Álvaro dirige nella sua azienda. Oggi è trascorso un mese dal lancio internazionale di albertojosevarela.com e più di 20.000 persone ci hanno già visitato. Quasi 1.000 persone al giorno.

Il mio unico rimpianto in tutto questo tempo è di aver perso il miglior massaggiatore che abbia mai incontrato in tutta la mia vita.

Grazie Hugo Oklander

Ora, guardando indietro, posso capire l’ordine di non fare nulla, che tutto sarebbe arrivato in ogni momento, anche le difficoltà, ma soprattutto ognuna delle persone che sono venute da me per darsi al progetto , per sostenermi e accompagnare questa preziosa follia dell’essere noi stessi, per curarci e, incidentalmente, per condividerla con gli altri.

Questo breve riassunto di come è nata e si è sviluppata l’organizzazione della comunità Ayahuasca International e Inner Mastery Continuerò a pubblicare un post ogni mese poiché ha esperienze che sembrano incredibili o prese da un film di fantasia.

Puoi condividere questo link con tutte le persone che vuoi, per collaborare alla diffusione di un messaggio molto semplice che aiuta molto e non costa nulla: “E SE UNIAMO LA DISPONIBILITA’ DI LAVORARE DURO, DANDOCI CON IL CUORE A QUALCOSA CHE CI APPASIONA, CON LA FIDUCIA CHE TUTTO ARRIVA SENZA PREMERE O CONTROLLARE NULLA, POI ACCADE IL MIRACOLO. QUELLO CHE SEMBRAVA IMPOSSIBILE, DIVENTA REALTÀ”.

Elige un Idioma

Selecciona tu Idioma